Dalla società di plastica alla società pleonastica.

Ma da quando la nostra società si è trasformata da adattabile (anche senza strutture di chissà quale solidità) in una così terribilmente bisognosa di semplificazioni fino a una rumorosa e disturbante ridondanza da non riuscire più nemmeno a realizzare un’inferenza diretta, un ragionamento semplice semplice?

scimmia.jpeg

Stabilire un momento preciso sarebbe interessante, al momento non ho risposte convincenti ma probabilmente il web deve aver contribuito non poco. Continua a leggere

Rapunzel: altro che fiaba per scoraggiare le ragazzine a dare il primo bacio…

Il grande merito della Disney è stato quello di aver modernizzato le fiabe, non solo da un punto di vista estetico ma proprio nei contenuti. Pensate a Rapunzel. Hanno mantenuto l’idea straordinaria (che ritroviamo già nella versione del ‘600 del Basile), della ragazza che utilizza una sua dote, una sua particolarità, in questo caso i capelli (lunghi, bellissimi e forti), ma hanno eliminato tutta la retorica e la simbologia del premio alla ragazza che si sarebbe “conservata” per il Principe.

Rapunzel

Da non dimenticare che la versione fiorentina, Continua a leggere

Un’estate italiana di canzoni terribili. Piccola classifica delle rime e dei versi peggiori.

Colpa mia che stamattina ho ascoltato un po’ troppa radio in auto, ma qualcosa sulle hit e sulla deriva dei testi merita di essere detta.

amore-e-capoeira-ig-ketra-boomdabash-maxw-654

Non è tanto la bruttezza delle rime, ma l’inconsapevolezza di quanto si sta dicendo o, meglio, la strafottenza, l’assoluta noncuranza, il trattare gli ascoltatori come minus habens pronti ad accettare tutto e, il vero d Continua a leggere

90passiOnLine 3.L’IRRESISTIBILE RICHIAMO DI UN (PICCOLO) BACIO

Riuscire ad attirare l’attenzione dei passanti, in questo pezzo di strada della Pignasecca, antico mercato napoletano e margine estremo dei Quartieri Spagnoli, è un’impresa che a confronto Ercole avrebbe ricominciato le sue dodici dall’inizio altre tre volte. Immaginate una strada stretta, fiumane di persone a formare due opposte correnti e ripetute bancarelle (pesce, frutta, verdura e ogni altro ben di Dio) piazzate come scogli tra il marciapiede e la strada.

attilio

Radio, iPod, chiacchiere ad alta voce (e in almeno cinque lingue più una dozzina di dialetti diversi), sirene e clacson. Provate ora a pensare al modo di far sapere al mondo di potenziali clienti, che distratto e disinteressato sta passando accanto all’entrata, dell’esistenza del vostro locale. Continua a leggere

90passiOnLine-Il bancone delle meraviglie.

(brano tratto dal mio 90passi nella gastronomia napoletana del 2011)

A leggere l’insegna antichi sapori, si potrebbe pensare d’essersi imbattuti nell’ennesimo tentativo – spot pubblicitario – per attirare i numerosi turisti della zona.

antichi sapori

E invece qui, nel locale di Gennaro Acanfora le cose stanno in maniera completamente diversa, e non potevo trovare posto migliore per poter comprendere fino in fondo di quanto impegno, studio e innovazione ci vogliano per preservare gli “antichi sapori”, non nel loro lato esteriore, ma nella vera essenza, o come preferisce dire Gennaro, semplicemente “nel cuore”. Continua a leggere