Due piccole stelle (d’orgoglio).

Ok. Forse di due stelle su cinque (“pregi e difetti” secondo la legenda di Ciak) non si dovrebbe andare particolarmente fieri.

ciak001.jpg

E invece queste due piccole stelle che accompagnarono l’uscita del mio primo film (giugno 2014) mi hanno sempre riempito d’orgoglio.

Primo, perché le ritengo giuste. Il film, anche secondo me, ha dei pregi e dei difetti. Ne ero consapevole mentre lo scrivevo, ancora di più mentre giravo, e ne avevo avuta conferma guardandolo finito. Guai quell’autore che delle proprie “opere” non vede i difetti, non potrà mai pensare di migliorare.

Poi, ne sono orgoglioso perché in un mare di difficoltà (e lo dico solo per motivare la soddisfazione non certo per giustificarne i difetti) siamo riusciti a realizzare un film piccolo ma “vero”. Niente marchette o contributi pubblici. Con le risorse che avevamo a disposizione (tutti capitale privato per il quale non potrò mai ringraziare abbastanza Raffaele, Angela e Felice Pipola) abbiamo pagato dalla prima all’ultima delle persone che hanno lavorato (compresi i tirocinanti) senza scendere mai sotto la paga sindacale e versando regolarmente i contributi. Sembrerebbe una cosa ovvia, eppure non sempre è così. Certo l’undicesimo e ultimo giorno di riprese è finito all’una di notte (e ancora ringrazio la troupe) ma alla fine ce l’abbiamo fatta.

E ne sono orgoglioso anche perché il mio piccolo film ha trovato spazio proprio su Ciak. Per un nativo digitale non deve essere semplice immaginare cosa significava per noi ragazzini del secolo scorso avere una passione e non poterla soddisfare semplicemente googlando. Noi amanti del cinema siamo cresciuti leggendo i giornali di settore proprio come Ciak. Su quel giornale ho letto, a partire dalla metà degli anni ’80, le recensioni di tutti i film che ho amato e in qualche modo mi hanno formato.

E mai, neanche nelle sfrenate fantasie di ragazzino, avrei pensato di finirci su con un mio film…vabbè, dai…forse qualche volta un pensiero l’avrò fatto…

 

Grazie moltissime per la lettura. Se vuoi possiamo restare in “contatto” con un semplice click qui sotto.

https://www.facebook.com/massimopiccoloofficial