Benvenuti al Birdland Night Club!

Gentile viaggiatore, grazie moltissime per essere arrivato fino a qui… dopo 6 edizioni live, per non fermare il nostro appuntamento con gli appassionati di storie e di libri, abbiamo creato Birdland Night Club (ogni martedì alle ore 23), un piccolo spazio (nel pieno del rispetto delle norme anti-covid), senza troppi mezzi e pretese se non l’idea di cercare di trasmettere un po’ della passione per la lettura che ci portiamo dentro.

Se vuoi, iscriviti e segui il nostro Moon Over Channel su YouTube per questa e le prossime iniziative culturali che seguiranno:

Qui sotto le prime tre (di otto) puntate che abbiamo preparato.

Mank, inestimabile gioiellino per gli amanti del cinema.

Hollywood dalla grande depressione all’inizio della Seconda Guerra Mondiale, l’importanza essenziale degli sceneggiatori, figure fondamentali nell’industria del cinema, ma raramente raccontate. Attori – Gary Oldman su tutti – di una bravura imbarazzante. Amanda Seyfried e Lily Collins in ruoli – per quanto non complicatissimi – che finalmente le rendono giustizia.

Amanda Sayfried

Da incorniciare, e non solo per la prova di Oldman, il personaggio di Herman J. Mankiewicz (il Mank del titolo). Grandissimo il lavoro fatto da Jack Fincher che gli regala una velocità di pensiero e una capacità ironica di leggere la realtà che da sole varrebbero l’intero film e che, giusto per ricordarci quanto gli dei della scrittura a volte siano generosi, affida alla “povera Sara” (Tuppence Middleton anche lei bravissima) una delle frasi d’amore più belle e sofferte – pronunciata con una leggerezza ancora più convincente manco fossimo in una delle migliori pellicole di Woody Allen: “…in questa vita mi sono tanto dedicata a te che devo restarti accanto per sapere come va a finire..”.

Il cinema visto come l’urgenza di raccontare storie e l’acquisizione della consapevolezza dell’enorme potere che la fabbrica della comunicazione si avviava sempre più a conquistare, e così la straordinaria la parabola di Shelly Metcalf, uno dei pochi personaggi inventati del film (anche qui una grande prova per Jamie McShane) anticipa quello che poi sarà l’opera che vediamo nascere per tutto il film, uno dei pilastri del cinema dello scorso secolo: Quarto potere di O. Wells (e Herman J. Mankiewicz).

Gary Oldman

Puoi vedere Mank su Netflix e Quarto Potere su Amazon Prime.

Ami il “cinema breve”? Diventa protagonista con noi

Si svolgerà dal 26 al 29 novembre la seconda edizione dell’Inferenze Short Film Festival.

Diventa protagonista guardando e votando in anteprima i 13 corti finalisti di questa stupenda seconda edizione.

Per candidarti scrivi a info@moonoverproduzioni.it

Potrai seguire il festival on-line su

Ass. Luna di Seta

Moon Over produzioni

Massimo Piccolo Page

INFERENZE SHORT FILM FESTIVAL

Perché?

Perché il “pensiero complesso”, l’abbandono di un’interpretazione ingenua (e quindi consolatoria) della realtà è l’atto più rivoluzionario e necessario che oggi possa essere compiuto.

Gli short-movie che saranno protagonisti all’Inferenze Film Festival avranno un unico denominatore comune: il racconto non semplice o scontato di una storia.

La camorra è un inferno, la povertà è brutta, la ricchezza corrompe, i giovani di oggi passano troppo tempo al cellulare, gli uomini vogliono tradire le mogli con ragazze giovani, le donne sognano l’avventura con l’uomo bello e romantico, i segreti tengono insieme le coppie, l’arroganza è cafona e così via… aggiungete voi tutti i luoghi comuni (poco ci interessa giudicare quanto verità ci sia in questi), che dominano la narrazione nel cinema e nell’audiovisivo italiano.

Tutto questo a noi NON interessa.

Cerchiamo sguardi diversi. Racconti che vadano oltre la banalità del già “visto” e della facile morale consolatoria.

La realtà è complicata, fino a quando non l’avrai compreso, non potrai agire davvero.