Crusca (accademia della), perdona loro perché non sanno quello che scrivono.

Perdonali Crusca, dal momento che lo “sforzo” della lettura non appartiene ai frequentanti dei social e chi, in qualche modo, per studi o echi di una vita passata, ancora è avvezzo a tale nobile forma di intrattenimento edificante, purtroppo sui social preferisce fare “ammuina” (creare un piccolo caos inutile) anziché entrare nel merito delle questioni.

petaloso.jpg

Perdonali Crusca, senza stizza e rancore: ma come, fino a ieri l’altro piangevate quel grande giocoliere del lessico che è stato Umberto Eco e adesso disquisite, vi arroccate, vi erigete a paladini del vocabolario perduto senza nemmeno darvi la briga di leggere quanto la massima espressione della linguistica italiana ha scritto proprio sul tema? Continua a leggere